Se non abbiamo idea stiamo sognando mentre stiamo sognando, come facciamo a sapere che non stiamo sognando in questo momento?

Ciò solleva la vecchia, e ancora saliente domanda esistenziale sulla vita essendo il vero sogno. Mentre sono invecchiato ora non mi preoccupo più di questo enigma. Come ho imparato di più e lavorato più a lungo e in modo più approfondito con i processi inconsci con i pazienti nella mia pratica, sono giunto ad accettare l’idea che potrei semplicemente occupare un sogno più elaborato con ogni parsec di passaggio. Chissà!?

Related of "Se non abbiamo idea stiamo sognando mentre stiamo sognando, come facciamo a sapere che non stiamo sognando in questo momento?"

Bene, prima di tutto sappiamo che stiamo sognando. Si chiama sogno lucido. Può essere difficile da fare e tuttavia alcuni cadono in questo facilmente. È un sottoprodotto, se vuoi, dell’evoluzione della nostra specie. Perché lo dico? Perché le generazioni più giovani sono più propense a farlo con il loro periodo di sogni. Non hanno bisogno di pratica.

E stai sognando proprio ora. Questa realtà fisica è il sogno della superanima.

Forse hai fatto questa domanda perché a un certo livello lo sapevi già vero. A seconda della tua età, potresti venire a questa domanda da solo. Tuttavia, questa domanda e le sue risposte sono state ricercate per millenni.

Se i termini che ho usato non ti sono familiari, ti suggerisco di fare delle ricerche sulla tua coscienza attraverso la grande quantità di informazioni disponibili per te.

“Sto sognando di essere un uomo una farfalla, o sono una farfalla che sogna di essere un uomo?”

Fondamentalmente sai quando stai sognando. Il modo migliore per capire se stai sognando, è aspettare un po ‘di tempo e vedere se mi viene in mente qualcosa. Vedi, nei sogni non pensiamo. Sperimentiamo

Un sogno è semplicemente un feedback del cervello dopo che tutti gli input sono stati interrotti (è per questo che non possiamo sognare bene quando riceviamo costantemente stimoli uditivi o visivi). Un sogno è pensato per la “consapevolezza” dell’individuo per dare una risposta emotiva. Ciò significa che quando sogniamo, a tutti gli input è destinato a rispondere. Quindi un sogno non sarà facilmente “stagnante”. Ci sarà un disco.

È sempre vero? No, perché ogni umano è unico e molti rispondono a impulsi diversi in modo diverso. Elaborali in modo diverso e sentiti in modo diverso.

Ma salvo eccezioni ben distinte, sei “consapevole” che stai sognando.

La continuità temporale e la consistenza dell’essere sveglio e l’affidabilità delle leggi della fisica, della logica e della causalità mentre siamo svegli.

Anche i sogni più coerenti sono episodici. Potremmo non sapere sempre quando stiamo sognando (a volte lo facciamo), ma scommetto che non hai mai avuto un sogno in cui hai vissuto un’intera vita dalla prima infanzia fino ad oggi, aggiungendo esperienze e ricordi ogni giorno che passa.

Se ciò che chiamiamo vita reale o sveglia è un sogno, è unico. Non c’è nessun altro sogno come questo. “Non puoi inventare questa roba”, come recita la frase popolare.

Ma permetterò che sia interessante contemplare l’idea che tutto ciò che accade alla fine è che ci svegliamo. Ci vediamo lì.

A proposito, se questo è un sogno, di chi è il sogno? Il tuo o il mio? Stiamo tutti avendo lo stesso sogno comune di questo mondo, o la tua esperienza è l’unica che conta?