Qual è la dieta ideale per un paziente NASH?

Prima un disclaimer … Sto solo affermando le mie conclusioni dall’esperienza e dall’osservazione, e non sto pretendendo di offrire un consiglio medico … Dal momento che è fuori mano …

Ho una discreta esperienza con la NASH, tra cui un parente molto stretto che è morto da esso, così come un’altra persona che è molto vicina a noi, che abbiamo aiutato a ridurre significativamente le loro metriche del fegato grasso sottoposte a chemioterapia con un farmaco questo è noto per causare e aggravare in modo aggressivo la NASH. Mi è stato diagnosticato anche circa 6 anni fa con piccoli calcoli biliari, che da allora sono scomparsi usando questi o simili approcci, insieme ai sintomi del fegato grasso del mio. Non ho optato per la chirurgia della cistifellea.

A parte i farmaci, che spesso creano altre complicazioni molto serie, credo che ci siano tre cose concrete che puoi fare per iniziare immediatamente a migliorare la progressione e i sintomi della NASH, e spesso invertirli, a seconda di quanto è progredita la malattia.

  1. Dieta – A mio parere, a parte i farmaci e l’epatite, una delle principali cause di NASH è una dieta ad alto contenuto di zuccheri, in particolare ad alto contenuto di fruttosio. A differenza del glucosio, il fruttosio deve essere processato dal fegato, e viene metabolizzato lentamente lì e convertito in grassi per la conservazione quando è disponibile troppo, il che significa quasi tutto il tempo in cui si mangia lo zucchero. Se dovessi fare una sola cosa per ottenere un vantaggio nella tua lotta contro la NASH, probabilmente sarebbe quello di eliminare il più possibile lo zucchero dalla tua dieta. Non sostituirlo con dolcificanti sintetici come l’aspartame e l’acesulfame K, che sono noti per alterare anche la funzione metabolica. Se vuoi dei dolcificanti alternativi, usa stevia, monkfruit, erythritol, xilitolo o Miracle Fruit / Berry.

    Mentre sto chiamando zucchero come il più grande colpevole, una funzione epatica del paziente NASH è compromessa, ed è ancora responsabile per la digestione dei loro grassi, nel senso che dovrebbero considerare attentamente eventuali grassi presenti nella loro dieta ed eliminare tutte le quantità, ma molto piccole di buon grasso. Anche se non mi associo a diete di moda, poiché la maggior parte non si basa sulla scienza attuale, credo che una buona dieta modello da utilizzare durante l’inversione dei sintomi NASH sarebbe qualcosa che è il più vicino alla dieta Esselstyn per la prevenzione delle malattie cardiache e inversione come possibile. In generale, gli obiettivi per il miglioramento sistemico del marcatore sono in realtà gli stessi.

  2. Supplementi – Per la persona che ho menzionato in fase di chemioterapia, i loro marcatori epatici iniziarono a battere rapidamente contro numeri che avrebbero costretto la sospensione della chemioterapia nel corso di un paio di trattamenti. Abbiamo iniziato a provare ad aiutarci usando quattro integratori, che in realtà riportarono il fegato in uno stato gestibile, ma dopo la continua chemioterapia, iniziò nuovamente a crescere, minacciando la continua terapia del cancro. Abbiamo aggiunto un quinto componente e, da allora, il loro fegato ha gradualmente ridotto le dimensioni fino a quando non siamo alla fine di un processo di 4 mesi con l’ultimo trattamento chemioterapico in una settimana.

    Elencherò i supplementi che abbiamo usato come due articoli. In primo luogo, i 4 supplementi del supporto epatico che hanno aiutato così tanto quando abbiamo iniziato, poi il componente aggiuntivo che abbiamo aggiunto, che ha fatto la differenza sotto un continuo assalto di farmaci chemioterapici.

    1. Trimethylglycine (TMG, noto anche come betaina), carciofo, cardo mariano, dente di leone – Questi sono tutti tradizionalmente utilizzati per supportare la funzione epatica e ciascuno ha studi peer-reviewed per sostenere la loro efficacia e sicurezza. Questa combinazione ha funzionato magnificamente. Non so se il motivo per cui non è riuscito a tenere il passo è perché si è sviluppata qualche tolleranza o semplicemente non sono riusciti a tenere il passo con il danno alla chemio.
    2. TUDCA (Acido tauroursodeoxycholico) – Questo è in realtà un acido biliare idrosolubile, un po ‘unico, che puoi assumere per supportare la digestione dei grassi del fegato, soprattutto quando è già compromessa. Questo è disponibile da PowderCity e altri luoghi, ed è spesso usato come aiuto nella perdita di peso. Per aiutare con i miei calcoli biliari, in realtà ho usato un vecchio approccio medico, che doveva assumere l’acido ursodesossicolico per circa 6 mesi, ora considerato troppo costoso dal punto di vista assicurativo e di solito non un’opzione al posto della rimozione della cistifellea. TUDCA è un acido ursodesossicolico modificato, disponibile senza prescrizione medica, reso più idrosolubile e basato sulla nostra esperienza con chemioterapia, come o forse anche più efficace dell’acido ursodesossicolico.
  3. Esercizio : se sei in grado di correre, partecipare ad altri esercizi aerobici o semplicemente fare passeggiate, l’esercizio attiva molti geni che aiutano a modulare efficacemente la funzionalità epatica. È difficile sopravvalutare i benefici epigenetici dell’esercizio sul fegato e il metabolismo e la salute in generale.

Related of "Qual è la dieta ideale per un paziente NASH?"