Quale olio alimentare dovrebbe essere usato per cucinare per avere uno stile di vita sano?

Cambiare o ruotare gli oli è salutare poiché dà al corpo i diversi acidi grassi essenziali di cui ha bisogno. Normalmente, nessun singolo olio ha tutti gli acidi grassi essenziali e il rapporto degli acidi grassi di cui il corpo ha bisogno. Ad esempio abbiamo bisogno di una combinazione giudiziosa di acidi grassi insaturi, poli insaturi e saturi “.

Come si decide su quale sia il rapporto ottimale tra questi grassi?

Una regola del pollice personale è il 20% saturo al 30% di poli insaturi e il 50% di mono insaturi, ma questo include anche i semi di noci e olio come fonte di oli naturali. ”

Ciò che funziona è oliva per colazione, pasta e insalate, girasole per friggere, sesamo per asiatico, e io alternato tra crusca di riso e Canola per indiano. Fai la tua scelta.

quando l’olio raggiunge il punto di fumo, molti dei nutrienti vengono distrutti e talvolta possono potenzialmente formare composti dannosi.

Ecco un elenco alfabetico di oli da cucina più comuni che contengono più grassi “migliori per voi” e meno grassi saturi.

  • Canola
  • Mais
  • Oliva
  • arachide
  • cartamo
  • soia

Olio di Canola

Un recente entrante nel mercato indiano, Canola sta volando via dagli scaffali. Si dice che l’olio di canola, ottenuto dai semi schiacciati della pianta di colza, sia tra gli oli da cucina più salutari. Ha il più basso contenuto di grassi saturi di qualsiasi olio. È considerato un’alternativa sana come il suo ricco di grassi monoinsaturi ed è ricco di Omega 3. Ha un punto medio di affumicatura ed è un olio che funziona bene per patatine fritte, cottura al forno, sauté, ecc. Lo uso liberamente nel cibo indiano, che sembra abbracciare abbastanza bene.

Olio d’oliva

Se usi regolarmente l’olio d’oliva, stai consumando grassi monoinsaturi che ti aiuteranno a ridurre il rischio di malattie cardiache e cancro al seno, e forse a causa del suo alto contenuto di grassi monoinsaturi, che abbassa il colesterolo. Trovo l’olio d’oliva brillante per qualsiasi piatto mediterraneo, brillante con pasta e risotti, ed è la mia prima scelta per le colazioni, funziona come un sogno con uova, pancake, lo chiami.

Olio extravergine d’oliva

Questo olio è un favorito caldo, è derivato dalla prima spremitura di olive e se pieno di antiossidanti e polifenili, che sono entrambi considerati buoni per la salute del cuore. È un colore più scuro e ha meno acidità dell’olio d’oliva. Lo uso in gran parte in insalate, piatti freddi e oltre pasta.

Olio di arachidi / olio di arachidi

L’olio di arachidi o di arachidi ha una buona combinazione di grassi e ha buoni grassi monoinsaturi e polinsaturi ed è povero di grassi saturi. È un buon olio per tutti gli usi per cucinare e penso che funzioni particolarmente bene per i cibi asiatici preparati nel wok.

Olio di avocado

Ha un leggero nocciola, è molto ricco di grassi monoinsaturi ed è un buon modo per ottenere la vitamina E nella nostra dieta. Scivola molto bene in un condimento, in maionese, vinaigrette e trovo che aggiunga un brio tremendo ad un semplice pesce grigliato. L’unico lato negativo è il prezzo e la disponibilità in India. È uno di quegli oli che possono essere conservati come olio aggiuntivo. Ricordati solo di conservarlo correttamente, in quanto può rovinarsi facilmente.

Olio di sesamo

L’olio di sesamo è disponibile in due colori. Quello più leggero è usato in India e in Medio Oriente, ed è pressato da semi tostati. Ha un sapore delicato e un alto punto di fumo. La varietà più scura ha un aroma e un sapore nocciola distinti e funziona molto bene nel cibo asiatico come una marinata o in patatine fritte.

Entrambi i tipi di oli sono ricchi di grassi polinsaturi, ma non dovrebbero mai essere riscaldati troppo a lungo. L’olio di sesamo contiene anche magnesio, rame, calcio, ferro e vitamina B6.

Olio di oliva o olio di crusca di riso