Un genitore che guida un bambino intorno ad addormentarsi non fa sì che quel bambino, attraverso il condizionamento, diventi un adulto che si addormenta al volante?

Nah. Gli umani hanno una naturale tendenza ad avere sonno quando non stanno seduti senza fare nulla, e ancor più quando c’è rumore ambientale e movimento gentile. Questo fa parte del motivo per cui così tante persone dormono in viaggi aerei e perché troviamo spiagge e amache così rilassanti. Quindi, per esempio, sedersi al volante di una macchina conta sicuramente come “fare qualcosa”; è un contesto completamente diverso rispetto al fatto di essere un passeggero.

Per due, molti bambini hanno difficoltà a capire cosa fare per essere stanchi. Sanno che è una sensazione spiacevole, quindi tendono a dimenarsi cercando di farsi sentire meglio, il che (ovviamente) è controproducente. Essere in un seggiolino adeguato li incoraggia a rimanere fermi, e il suono e il movimento li aiutano ad addormentarsi. Penso che questo li aiuti a capire che essere ancora è il modo giusto per addormentarsi, ma se questa tecnica ha un beneficio a lungo termine o no, ha sicuramente qualche efficacia a breve termine.

In altre parole, i genitori non condizionano i loro figli ad addormentarsi in macchina – i bambini si addormentano naturalmente in macchina; semmai, i bambini stanno condizionando i loro genitori per andare in giro quando è tempo calmo. 🙂