Il cancro può mai andare via senza trattamento?

Probabilmente intendi escrescenze tumorali di successo visibili in esami medici, benigni o maligni, e che hanno il potenziale di influenzare la salute in modi avversi.

Tumore benigno
Un interessante interessante: i tumori benigni non sono “innocui”. Possono diventare maligni quando decidono di attraversare i confini del tessuto. L’unica differenza è nell’invasività. In molti casi, il cancro uccide attraverso il blocco fisico (“Effetto di massa (medicina)”). A volte le cellule tumorali si differenziano in cellule ghiandolari (adenocarcinoma) o immunitarie (linfoma) e causano problemi fisiologici.

Tuttavia per rispondere a una domanda teorica dobbiamo anche definire cosa sia “cancro”. Come hanno spiegato Karen Tiede e Abhiroop Chavali, ci sono quelli grandi e quelli piccoli. Ciò che li distingue è il modo in cui sistematicamente possono ottenere i nutrienti per avvicinarsi a una scala clinica (al contrario di sub-clinica e invisibile).

L’angiogenesi lega l’infiammazione cronica al cancro. (Solo l’abstract è sufficiente).
Senza entrare troppo nel dettaglio, le cellule tumorali possono reclutare le cellule immunitarie nelle loro aree locali, dove la loro presenza può effettivamente stimolare l’angiogenesi (la formazione di nuovi vasi sanguigni). Questo assicura che il tumore alle prime armi possa ottenere abbastanza nutrienti attraverso il cablaggio per crescere in un grumo (questo è anche il modo in cui Interferon lavora per rallentare la crescita del tumore).

Pagina su diva-portal.org
Ecco una pagina di 70 pagine in cui sono presenti termini tecnici. Ti chiederei solo di sfogliare e guardare le figure (le immagini). Tuttavia, se vuoi davvero saperne di più sulla formazione del cancro in generale, PubMed è una risorsa molto bella e gratuita. Questo PDF sembra impacchettare molto della terminologia essenziale, quindi se lo desideri, dedica il tuo tempo a scoprire cosa significano (Wiki è tuo amico). Fai un po ‘di lettura.

Con ogni divisione cellulare c’è una piccolissima possibilità di errore nella replicazione del DNA (mutazione). Ciò può essere dovuto a errori con macchinari cellulari o stimoli esterni, come radiazioni gamma, fumo, particelle alfa (agenti cancerogeni). Le tue cellule sono ben equipaggiate per affrontare questi danni accidentali con meccanismi di riparazione cellulare come gli enzimi (es. Glicosilasi del DNA). Nel tuo DNA hai anche geni soppressori tumorali incorporati come p53 (la proteina soppressore tumorale p53), che controllano la riparazione, il ciclo cellulare e l’apoptosi (suicidio cellulare). Esistono anche alcune attività del sistema immunitario antitumorale.

Quindi a molti livelli, il tuo corpo cerca di annullare il danno cellulare o eliminare potenziali cellule tumorali per sopprimere i potenziali tumori.

Oncogene (geni che possono causare il cancro).
Nel caso queste misure falliscano, il DNA danneggiato potrebbe produrre istruzioni indesiderate e guidare le cellule sulla via dell’autonomia (smettere di ascoltare le istruzioni esterne, diventare cellule “egoiste” focalizzate sulla sopravvivenza). I piccoli cancri vengono fermati in vari stadi di angiogenesi, attivazione dell’oncogene, ecc. E i tumori di grandi dimensioni clinicamente significativi sono quelli su un milione che hanno attraversato il guanto di difesa delle difese corporee. Il terrorista che controlla alla dogana con una borsa piena di armi.

I trattamenti ora (chemioradioterapia o separatamente) si concentrano sull’uso di radiazioni concentrate e (o) prodotti chimici per distruggere il DNA del cancro in modo che non possano replicarsi (il DNA contiene istruzioni di costruzione). Il problema è che anche il paziente si ammalerebbe abbastanza dal trattamento (la versione estrema è Matt Damon in Elysium). Ci sono state discussioni sul coinvolgimento delle nostre cellule immunitarie nella tumorigenesi (creazione del cancro) e su come un giorno potremmo convertire il ruolo dei globuli bianchi in uno che ci sta effettivamente aiutando.

Pagina su cell.com (Ruolo del targeting dei macrofagi nell’attività antitumorale della trabectedina)
Qui si parla di come uccidere i macrofagi, un tipo di globuli bianchi nel sistema immunitario, rallenti effettivamente la crescita del tumore (perché “accidentalmente” aiuta il cancro).

Doppio ruolo dei macrofagi nella crescita tumorale e nell’angiogenesi
Qui si sottolinea che i macrofagi associati al tumore (TAM) secernono (rilasciano) fattori di crescita che normalmente aiuterebbero in scenari antibatterici (combattere i “germi”) ma nel caso del cancro, promuovono la neovascolarizzazione (crescita dei vasi sanguigni nuovi), aiutando il gruppo di errori a guadagnare massa, e contribuendo al nostro essere morti.

Questo dovrebbe richiedere un po ‘di tempo per leggere, nel caso in cui desiderassi approfondire la conoscenza della natura dei tumori.

I tumori del PS hanno la capacità di andare via in realtà, quando decide di differenziarsi correttamente in cellule di tipo normale, e / o di essere ripulito dal sistema immunitario quando, a causa di una serie di ragioni, il tumore non può più nascondersi dall’immunità. Ci sono stati casi in cui i pazienti hanno raggiunto lo stadio metastatico (diffuso in tutto il corpo) e il tumore scompare da solo, ma questo è decisamente raro, a causa della natura auto-propagante delle cellule tumorali.

PSS C’è anche la meravigliosa teoria delle cellule staminali del cancro che cercano di dare un senso alla proliferazione e alla metastasi del tumore.