Quali sono alcune delle opinioni più controverse sugli integratori di vitamina D3 / colecalciferolo?

Non sono sicuro che queste siano “opinioni controverse”, ma sono effetti collaterali e possibili risultati.

La vitamina D è LIKELY SAFE se assunta per via orale o somministrata come iniezione nel muscolo nelle quantità raccomandate. La maggior parte delle persone non ha comunemente effetti collaterali con la vitamina D, a meno che non venga assunto troppo. Alcuni effetti collaterali dell’assunzione di troppa vitamina D includono debolezza, affaticamento, sonnolenza, mal di testa, perdita di appetito, secchezza delle fauci, sapore metallico, nausea, vomito e altri.

Assumere vitamina D per lunghi periodi di tempo a dosi superiori a 4000 unità al giorno è POSSIBILE NON SICURO e può causare livelli eccessivamente elevati di calcio nel sangue. Tuttavia, sono spesso necessarie dosi molto più elevate per il trattamento a breve termine della carenza di vitamina D. Questo tipo di trattamento dovrebbe essere effettuato sotto la supervisione di un operatore sanitario.

Precauzioni speciali e avvertenze:

Gravidanza e allattamento : la vitamina D è SICURAMENTE SICURA durante la gravidanza e l’allattamento al seno se utilizzata in quantità giornaliere inferiori a 4000 unità. Non usare dosi più elevate. La vitamina D è POSSIBILE non sicura se usata in quantità maggiori durante la gravidanza o durante l’allattamento. L’uso di dosi più elevate potrebbe causare gravi danni al bambino.

Malattia renale : la vitamina D può aumentare i livelli di calcio e aumentare il rischio di “indurimento delle arterie” nelle persone con gravi malattie renali. Questo deve essere bilanciato con la necessità di prevenire l’osteodistrofia renale, una malattia delle ossa che si verifica quando i reni non riescono a mantenere i livelli adeguati di calcio e fosforo nel sangue. I livelli di calcio devono essere monitorati attentamente nelle persone con malattie renali.

Livelli elevati di calcio nel sangue : l’assunzione di vitamina D potrebbe peggiorare questa condizione.

“Indurimento delle arterie” (aterosclerosi) : l’assunzione di vitamina D potrebbe peggiorare questa condizione, specialmente nelle persone con malattie renali.

Sarcoidosi : la vitamina D può aumentare i livelli di calcio nelle persone con sarcoidosi. Questo potrebbe portare a calcoli renali e altri problemi. Usa la vitamina D con cautela.

Istoplasmosi : la vitamina D può aumentare i livelli di calcio nelle persone con istoplasmosi. Questo potrebbe portare a calcoli renali e altri problemi. Usa la vitamina D con cautela.

Paratiroide iperattiva (iperparatiroidismo) : la vitamina D può aumentare i livelli di calcio nelle persone con iperparatiroidismo. Usa la vitamina D con cautela.

Linfoma : la vitamina D può aumentare i livelli di calcio nelle persone con linfoma. Questo potrebbe portare a calcoli renali e altri problemi. Usa la vitamina D con cautela.

Tubercolosi : la vitamina D potrebbe aumentare i livelli di calcio nelle persone affette da tubercolosi. Ciò potrebbe comportare complicazioni come i calcoli renali.

Spero che sia d’aiuto