Cosa pensi che causi i tuoi problemi sul lavoro?

Le persone trascorrono circa un terzo delle loro vite adulte al lavoro, il che causa a molti problemi sul posto di lavoro diventare fonte comune di stress. È impossibile avere un posto di lavoro in cui i ruoli, le aspettative e le personalità di tutti gli attori funzionino perfettamente insieme, senza conflitti. In quanto tale, alcuni problemi sul posto di lavoro possono causare sintomi psicologici negativi. La ricerca mostra che lo stress percepito sul posto di lavoro, ad esempio, è associato a una maggiore prevalenza di problemi di salute mentale come depressione e ansia. I lavoratori possono scoprire che discutere sul proprio posto di lavoro stress o sfide con un professionista della salute mentale qualificato è utile per loro sia professionalmente che personalmente.

  • Conflitto interpersonale
  • Problemi di comunicazione
  • Pettegolezzo
  • Bullismo
  • molestia
  • Discriminazione
  • Bassa motivazione e soddisfazione lavorativa
  • Problemi di prestazione
  • Scadente lavoro in forma
  • Lavori ad alto stress

Alcuni lavori comportano un grado particolarmente elevato di stress. Una teoria, nota come modello di controllo della domanda di lavoro (JDC), postula che alti livelli di stress lavorativo sono prevalenti in lavori con molte richieste e poco controllo sulle condizioni di lavoro. Alcuni lavori che sono noti per essere particolarmente stressanti includono il pompiere, il pilota di linea, il personale militare arruolato, l’ufficiale di polizia e il coordinatore dell’evento. Inoltre, alcuni lavori come operatori sanitari, insegnanti, assistenti sociali e operatori di supporto amministrativo sono stati associati a un aumento dei livelli di depressione. Tassi elevati di abuso di sostanze sono prevalenti tra i dipendenti che lavorano nel settore minerario, edile e alimentare.

Lo stress legato al lavoro è un problema significativo, con circa il 40% dei lavoratori che descrivono il loro lavoro come molto o estremamente stressante. Oltre ai sintomi di salute mentale, lo stress legato al lavoro può causare problemi di salute fisica come attacchi di cuore, ipertensione, dolore e insonnia.

In che modo la psicoterapia può aiutare con i problemi del posto di lavoro

Ci sono vari modi in cui la psicoterapia può essere utile per aiutare a risolvere i problemi del posto di lavoro. La terapia può trattare efficacemente depressione, ansia e altri sintomi di salute mentale derivanti da problemi sul posto di lavoro. I terapeuti possono anche insegnare delle sane abilità di coping che i dipendenti possono usare per gestire lo stress legato al lavoro e altri problemi. Ad esempio, la terapia comportamentale cognitiva aiuta le persone a identificare e modificare i pensieri malsani, che spesso si traducono in un miglioramento dell’umore e del benessere generale. Consapevolezza, meditazione e altre tecniche di gestione dello stress possono essere insegnate in psicoterapia. La terapia può anche essere utile per migliorare le capacità di comunicazione assertiva di un individuo, nonché altre capacità di risoluzione dei conflitti. Queste competenze possono quindi essere applicate sul posto di lavoro per migliorare la propria esperienza lavorativa.

La consulenza professionale è un tipo specifico di consulenza che può essere utile per problemi sul posto di lavoro come l’idoneità al lavoro, le prestazioni e la soddisfazione. I consulenti professionali aiutano i dipendenti a identificare le loro abilità e abilità specifiche al fine di aiutarli a sviluppare obiettivi di carriera e trovare posti di lavoro per i quali sono adatti. Anche la psicologia industriale e organizzativa (IO) è particolarmente rilevante per i problemi del posto di lavoro, in quanto si concentra sul comportamento umano nei luoghi di lavoro. Gli psicologi dell’IO vengono a volte inseriti in un luogo di lavoro per identificare le aree di interesse all’interno di un’organizzazione, nonché per aiutare i lavoratori a creare un ambiente di lavoro più collaborativo e salutare.

Alcuni datori di lavoro, tra cui molte agenzie federali, offrono consulenza ai loro dipendenti gratuitamente attraverso i programmi di assistenza ai dipendenti (EAP). Queste sessioni di consulenza offrono ai dipendenti l’opportunità di discutere eventuali problemi che potrebbero influire sul loro rendimento lavorativo con professionisti qualificati.

Rivelare una condizione di salute mentale al proprio datore di lavoro

La decisione di rivelare una condizione di salute mentale a un datore di lavoro può essere difficile. Sebbene l’American with Disability Act proibisca ai datori di lavoro di licenziare dipendenti con condizioni di salute mentale purché possano svolgere le funzioni del loro lavoro, i dipendenti che fanno una divulgazione possono ancora affrontare conseguenze negative come non essere promossi, trattati diversamente o addirittura essere licenziato. Per questo motivo, molti dipendenti potrebbero non sentirsi al sicuro rivelando le loro condizioni di salute mentale. Mentre informare un supervisore in merito a problemi di salute mentale può aiutare un dipendente a ricevere supporto aggiuntivo o sistemazioni necessarie al lavoro, c’è anche il potenziale di stigma e altri effetti negativi. In definitiva, la decisione di divulgare è personale.

Esempi di casi

  • Ufficiale di polizia con sintomi psicologici a causa di stress lavorativo: Jose, 48 anni, sta vivendo un sacco di sintomi legati allo stress a causa delle elevate esigenze del suo lavoro come agente di polizia. Ha avuto difficoltà a dormire e ha notato che il suo appetito sta diminuendo. Inoltre, sperimenta tensione muscolare e mal di testa ogni giorno. Jose cerca la terapia per aiutare a gestire il suo stress. Nelle sue sessioni di terapia, apprende tecniche di meditazione e di respirazione che può praticare ogni giorno per diminuire il suo livello di stress. Il suo terapeuta lo aiuta anche a identificare i modelli di pensiero che contribuiscono al suo stress. Ad esempio, Jose capisce di aver messo delle aspettative irrealistiche su se stesso. Ha posto molta attenzione ai piccoli errori che ha commesso, ignorando i tempi in cui ottiene lodi e feedback positivi sulla sua prestazione sul lavoro. Attraverso il suo lavoro in terapia, è in grado di adottare un approccio più realistico e accettare che gli errori sono inevitabili pur consentendo anche a se stesso di riconoscere i momenti in cui si comporta bene. Inoltre, Jose e il suo terapeuta collaborano per sviluppare un piano per aumentare l’equilibrio dello stile di vita di Jose. È stato in grado di guadagnare tempo ogni giorno per l’esercizio e il relax, cosa che lo ha aiutato a ridurre il suo livello di stress generale.
  • Il terapeuta aiuta il bullismo sul posto di lavoro: Sara, 23 anni, viene costantemente vittima di bullismo da parte di un collega in ufficio. Ha reso il suo ambiente di lavoro incredibilmente a disagio, e si ritrova sempre meno lavoro svolto. Ha anche una forte sensazione di ansia prima di andare in ufficio e spesso chiama in malattia per evitare il problema tutti insieme. Invece di lasciare il lavoro, Sara decise di trovare un terapeuta con cui lavorare. Ha imparato che non deve accettare l’attuale ambiente dell’ufficio come la sua realtà e ha identificato quali misure adottare per sentirsi più a suo agio al lavoro. Per comunicare i suoi sentimenti in ufficio, ha avuto una conversazione aperta con il suo capo sul motivo per cui il suo lavoro è sofferente e ha organizzato un incontro con il suo collega e capo per essere mediato dal terapeuta. Dopo una serie di discussioni illuminanti, Sara si sente più sicura di andare al lavoro e di avere a che fare con i colleghi, che la trattano con un nuovo rispetto.

Related of "Cosa pensi che causi i tuoi problemi sul lavoro?"

I miei problemi sono duplici, uno è un sacco di ansia e due sono che le persone sono cretini. E i capi sono stupidi. Ogni posto di lavoro aveva incontrato e superava le mie esigenze, ma mi trovo sempre in difficoltà per cose stupide come il bagno troppo o il troppo lento. E mi piace sul serio cosa c’è di sbagliato in te? Vedi questo compito di 3 ore che mi hai dato? L’ho fatto in 2. Volevi che facessi 5x in un’ora? Sto facendo 9.2x all’ora. Quindi lasciami la F da sola. Sto facendo il mio lavoro.

Penso che ciò che causa i problemi principali per me sia il mio tipo: una personalità. Prendo le cose molto seriamente e sono un perfezionista, quindi tendo ad essere disturbato facilmente quando altri non fanno il loro lavoro o quando tutto non va secondo i piani. Sto cercando di imparare dove tracciare la linea e lasciar andare, perché ovviamente tutto non può andare sempre perfettamente. Penso che quando troverò quell’equilibrio, sarò un impiegato più efficace.