Se tu avessi una cura per l’omosessualità, la cureresti?

Assolutamente no (e ovviamente non è una malattia).

Né dovrei rendere tutti dello stesso colore, altezza, o lo stesso tipo di capelli, o rendere tutti estremamente attraenti o ugualmente intelligenti o di talento.

Il fatto che ognuno sia diverso è una delle cose migliori del mondo. Un pianeta con 7 miliardi di persone identiche sarebbe un incubo. In effetti, ricordo un episodio di Twilight Zone con questa trama: tutti dovevano sottoporsi alla chirurgia plastica per diventare belli, e il mondo era costituito da cloni identici. Perché qualcuno dovrebbe volerlo? È un tipo di fantasia nazista: la razza superiore.

Gli orientamenti sessuali delle persone sono su uno spettro arcobaleno e non c’è motivo di non abbracciare quella ricchezza e varietà.

Related of "Se tu avessi una cura per l’omosessualità, la cureresti?"

Non puoi curare ciò che non è malato.

Essere omosessuali non è una malattia, quindi non vorrei proprio curarla .

Invece, proporrei di curare le persone credendo che l’omosessualità sia una malattia che deve essere curata.

Non è una malattia quindi non esiste una cura possibile. Sclerosi multipla e diabete e cancro sono malattie, essendo omosessuale non lo è.

Leggi e leggi di nuovo. Imparalo e affrontalo.

Va bene, non funziona in questo modo, in primo luogo, dobbiamo classificarlo come una sorta di condizione medica, dal momento che non conosciamo ancora alcuna causa SOLIDA per l’omosessualità, sarebbe una procedura difficile.

Secondo, lo abbiamo classificato come una malattia, ora che l’omosessualità non danneggia l”ospite’, i suoi dintorni o chiunque in particolare, non è certo una malattia, quindi non ha senso farlo.

In terzo luogo, lavoriamo su una cura, ora che non abbiamo nemmeno superato i primi due passi, non penso che ci sarà una “cura” in qualunque momento presto.

Una delle mie citazioni preferite è probabilmente questa: “Se non è rotto, non aggiustarlo”.
Lo stesso vale per questo. Non c’è niente da curare negli omosessuali. Né in bisessuali, pansexual, ecc.
Comunque una cosa per cui mi piacerebbe vedere una cura, sarebbe l’omofobia. Sì, una cura per l’odio dell’amore.
Sarebbe grandioso.

L’omosessualità non è una malattia o un disordine, e non ha senso parlare di “cura” per questo. Questo è al livello di dire che dovremmo cercare di curare i capelli biondi o la destrezza.

Questa è la domanda più offensiva che abbia mai visto, anche se pensassi che l’omosessualità sia sbagliata (cosa che non lo faccio) sarebbe ancora più sbagliato per me imporre la mia volontà agli altri